Come prevenire la formazione delle malattie arteriose?

  • Autore: Antonella Mercuri
  • 12 dic, 2017
immagine 3D di un blocco arterioso

Quello della prevenzione è un tema del quale non si parla mai abbastanza. Infatti uno stile di vita sano e alcune piccole accortezze permettono di ridurre notevolmente il rischio di incorrere in patologie anche gravi.

È il caso per esempio delle malattie arteriose, nelle quali la prevenzione svolge un ruolo davvero importante.

L'aterosclerosi

Uno dei rischi maggiori per quanto riguarda le malattie arteriose è l’aterosclerosi, cioè un indurimento e ispessimento dell’arteria, che ne determina una progressiva ostruzione e rende più difficoltosa la normale circolazione del sangue.

Le conseguenze a lungo termine possono essere anche molto gravi, come nel caso di ictus, infarti e trombi. Proprio per questo una diagnosi precoce e una corretta prevenzione sono fondamentali.

Consigli per la prevenzione

In parte l’aterosclerosi è dovuta a fattori che non possiamo modificare, come la predisposizione familiare o l’età; in molti casi tuttavia lo stile di vita incide notevolmente su questa malattia.

Uno dei principali responsabili della creazione delle placche aterosclerotiche è il cosiddetto colesterolo “cattivo”, che spesso può essere tenuto sotto controllo limitando l’assunzione di grassi di origine animale (come gli insaccati e i formaggi) e seguendo una dieta sana e ricca di frutta e verdura.

Altri fattori di rischio sono il fumo, il consumo regolare di alcolici, l’obesità, una vita troppo sedentaria e lo stress.

Infine è bene tenere sotto controllo la pressione alta e il diabete, che possono influire negativamente sulla salute delle arterie.

L'importanza della diagnosi

Oltre a mantenere uno stile di vita sano, sottoporsi con regolarità a controlli medici è uno dei fattori di prevenzione più importanti.

I medici di base possono individuare i pazienti a rischio di aterosclerosi basandosi sull’età, predisposizioni a livello familiare o altri fattori; questi soggetti devono sottoporsi periodicamente a visite specialistiche in modo da poter diagnosticare precocemente la malattia.

Tra gli esami utili per la diagnosi di malattie arteriose ci sono non solo l’elettrocardiogramma e le analisi del sangue ma anche l’ecodoppler carotideo e degli arti inferiori e l’ecografia dell’aorta addominale.

Solo così è possibile intervenire per tempo, prima che la malattia si manifesti all’improvviso con episodi gravi come un infarto o un ictus.

Insomma, quando si tratta della propria salute vale davvero la pena di perdere un po’ di tempo per fare qualche esame in più!
Autore: Antonella Mercuri 12 dic, 2017

Quello della prevenzione è un tema del quale non si parla mai abbastanza. Infatti uno stile di vita sano e alcune piccole accortezze permettono di ridurre notevolmente il rischio di incorrere in patologie anche gravi.

È il caso per esempio delle malattie arteriose, nelle quali la prevenzione svolge un ruolo davvero importante.
Autore: Antonella Mercuri 08 nov, 2017
Negli ultimi anni le attività motorie in acqua sono diventate parte integrante di molte terapie di riabilitazione, grazie agli enormi vantaggi che l’ambiente acquatico può offrire per varie tipologie di pazienti.
Share by: